Gli eventi in Italia

L'ACCORDO DI PARTENARIATO ECONOMICO TRA GIAPPONE E UNIONE EUROPEA LE GARE PUBBLICHE E I SERVIZI
Seminario organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia per illustrare le novità introdotte nella normativa che regola le gare di appalto publico del nostro Paese a seguito dell'entrata in vigore dell'Accordo di Partenariato Economico tra Unione Europea e Giappone.

Milano
Hotel Galileo, lunedì 16 luglio 2018

LA PREGHIERA NEL CRISTIANESIMO E NEL BUDDHISMO DI TRADIZIONE GIAPPONESE

La preghiera, come intimo atto rituale indissolubile dall'essenza umana, è profondamente radicata nella persona al punto da poter essere considerata contrassegno ontologico dell'essere umano. L’incontro propone una riflessione comparata fra l'esperienza dell'orante nella tradizione del buddhismo giapponese e quella del cristianesimo.

Roma
Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva - Lunedì 18 giugno 2018

Bologna
Palazzo Albergati, 24 marzo - 9 settembre 2018

Musiche e Profumi del Sol Levante

Il Gruppo Sousuikai ensemble di Koto e Shakuhachi propone un Concerto di brani classici e contemporanei tipici del Paese del Sol Levante. Le melodie saranno intervallate dalla cerimonia del Kōdō (in italiano "Via dell'Incenso"), l'arte giapponese dell'incenso: antico rito, di elevato valore spirituale ed estetico, che partendo dalla scelta del legno, delle erbe e dei diversi utensili porta ad apprezzarne la fragranza.

Venezia
Conservatorio di Musica Benedetto Marcello Venerdì 11 maggio 2018

GIAPPONE - Storie d’amore e guerra

Mostra organizzata da Arthemisia che porta 200 opere dei più grandi artisti giapponesi dell'Ottocento.
La mostra offre un panorama completo anche sulla vita dell'epoca con vestiti di samurai, kimono, ventagli e fotografie.

Bologna
Palazzo Albergati, 24 marzo - 9 settembre 2018

Il libro del Ramen

Umberto Donati, Direttore della Fondazione, e Luca Catalfamo, chef di Casa Ramen presentano il libro di Stefania Viti sulla celebre pietanza giapponese. Modera Indra Galbo.

Roma
RED La Feltrinelli, 28 marzo 2018

2011年87月 2011 – 87° MESE GIAPPONE DEVASTAZIONE E RITORNO ALLA VITA – Fotografie di Yusuke Hishida

2011年87月 2011 – 87°Mese GIAPPONE devastazione e ritorno alla vita – Fotografie di Yusuke HishidaLa Fondazione Italia Giappone ha collaborato con m&m mediaservices alla realizzazione della mostra personale del fotoreporter giapponese Yusuke Hishida. Fotografie di un racconto che dura da ben 87 mesi – da qui il titolo dell'iniziativa – quando, l'11 marzo del 2011, il Giappone e in particolare la regione del Tohoku, fu colpito da un terremoto e da uno tsunami devastante.La cronaca fotografica di Hishida, nativo di quei luoghi, non si limita a descrivere la distruzione seguita al tragico evento. Attraverso gli oggetti di uso quotidiano e i luoghi più frequentati, evoca impronte di vita che non ci sono più e testimonia la speranza di chi è rimasto. L’emozione e la suggestione che scaturiscono dagli scatti di Hishida, confermano che la tragedia giapponese non riguarda solo questo paese, ma coinvolge i cittadini di tutto il mondo.La mostra fotografica ha il patrocinio del Comune di Roma, dell'Ambasciata del Giappone in Italia, dell'Istituto Giapponese di Cultura e l'adesione del Gruppo Feltrinelli.Domenica 11 marzo la ricorrenza sarà ricordata dall’Ambasciatore Umberto Vattani, dall’Ambasciatore del Giappone in Italia, Keiichi Katakami e dal Direttore dell’Istituto giapponese di cultura, Masuo Nishibayashi, alla presenza dell’Ambasciatore giapponese presso la Santa Sede, Yoshio Nakamura.

Roma, Galleria Alberto Sordi 11-17 marzo 2018

ETEGAMI COME I BAMBINI GIAPPONESI VEDONO L'ITALIA

La mostra è la realizzazione del “Progetto Etegami”, uno degli eventi che hanno caratterizzato “Italia in Giappone 2001/2002”. L'idea è stata quella di invitare i bambini giapponesi ad inviare all'Istituto Italiano di Cultura degli Etegami, cartoline postali illustrate a mano, sulle quali avrebbero dovuto disegnare l'Italia secondo la loro fantasia. I disegni pervenuti forniscono immagini curiose e suggestive della loro idea del nostro Paese, realizzate con tecniche che ci rimandano alla tradizione dei manga, i "disegni in libertà" che hanno dato vita ai famosi fumetti giapponesi. La mostra è stata esposta, a cura della Fondazione Italia Giappone a Tokyo (Istituto italiano di Cultura), Roma (Palazzo Poli), Torino (Palazzo Barolo), Pontedera (Museo Piaggio), Sorrento (Comune), Firenze (Palazzo Pitti) Pisa (Museo della Grafica).

Forte dei Marmi (LU), Villa Bertelli, 23 dicembre 2017 – 8 gennaio 2018
Collodi (PT), Museo del Parco di Pinocchio, 24 febbraio – 3 aprile 2018
Montecatini Terme (PT), Grand Hotel Tamerici & Principe, 14 aprile - 6 maggio 2018

L'ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO TRA UNIONE EUROPEA E GIAPPONE: LE PROSPETTIVE PER L'EXPORT

Quattro incontri sulle prospettive aperte dall'accordo di partnership economica tra il Giappone e l'Unione Europea per vari settori dell'economia italiana organizzati dalla Fondazione Italia Giappone d'intesa con la Farnesina e con il supporto di Invitalia.
Gli incontri sono entrati a far parte della campagna "Commercio Internazionale Parliamone", iniziativa della Direzione Generale del Commercio della Commissione Europea volta a rispondere in maniera intuitiva alle domande relative agli accordi commerciali dell'UE di cittadini e imprese.
Il vice negoziatore capo dell'Uinone Europea Marco Chirullo illustra l'accordo, sul quale si è giunti a un'intesa dopo lunghi e complicati negoziati, e risponde alle domande degli Imprenditori dei settori: beni di lusso e automotive, farmaceutico, agroalimentare, appalti pubblici e servizi.
L'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Giappone non è una semplice intesa commerciale. E' un segnale importante per la democrazia, per la globalizzazione, per la pace, rende più aperto e armonico il contesto internazionale e pone le basi di un benessere più ampio e condiviso, premessa indispensabile per favorire una pace duratura. L'Europa e l'Italia nebeneficeranno, a condizione tuttavia di conoscere bene il dossier.

Roma, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, 22 e 23 gennaio 2018

Le xilo giapponesi nel mondo illustrato dagli ukyo-e, un contributo dell'oriente nell'arte occidentale

Mostra della collezione di ukiyoe appartenente al Prof. Pasquale Basile, Presidente del Club Unesco di Terracina, nel settantesimo anniversario dell'apertura del primo Club Unesco al mondo a Sendai in Giappone.

Roma, Circolo del Ministero degli Esteri, 4 – 19 dicembre

Sulla strada dei sogni Il Giappone nelle immagini di Massimo Berretta

Apparizioni. Immagini fluttuanti eppure incisive, oniriche e allo stesso tempo reali, evocative, toccanti. Il Giappone di Massimo Berretta è descritto in tre delle sue caratteristiche essenziali: il pudore, la spiritualità, l’armonia. In occasione dell'inaugurazione, concerto della pianista giapponese Ai Watanabe e della mezzosoprano Takako Umezu.

Roma, Casc Banca d'Italia, 18-24 novembre 2017

L'INCONTRO DI DUE ONDE

Con il supporto della Japan Foundation e grazie ai programmi di scambi culturali messi in atto dalla Fondazione Italia Giappone, il trio giapponese Pro Musica Nipponia incontra il pianista e compositore Andrea Lucarelli, vincitore del Premio Via Vittoria nel 2013. Workshop sugli strumenti musicali giapponesi koto, shamisen e shakuhachi con la spiegazione degli strumenti e la possibilità di provarli e a seguire concerto con brani tradizionali e composizioni moderne incluso un brano composto per l'occasione dal Maestro Andrea Lucarelli.

Roma, Conservatorio Santa Cecilia, sabato 9 settembre 2017

Estate Giapponese 2017. Giappone e Italia insieme

Due serate dedicate al Giappone nell’ambito de "L'Isola del Cinema" con la proiezione di due film di recente uscita, dimostrazioni di arti tradizionali del Giappone, concerti e degustazione di prodotti tipici giapponesi.

Roma, Isola Tiberina, 3 luglio 2017

ETEGAMI COME I BAMBINI GIAPPONESI VEDONO L'ITALIA

La mostra è la realizzazione del “Progetto Etegami”, uno degli eventi che hanno caratterizzato “Italia in Giappone 2001/2002”. L'idea è stata quella di invitare i bambini giapponesi ad inviare all'Istituto Italiano di Cultura degli Etegami, cartoline postali illustrate a mano, sulle quali avrebbero dovuto disegnare l'Italia secondo la loro fantasia. I disegni pervenuti forniscono immagini curiose e suggestive della loro idea del nostro Paese, realizzate con tecniche che ci rimandano alla tradizione dei manga, i "disegni in libertà" che hanno dato vita ai famosi fumetti giapponesi. La mostra è stata esposta, a cura della Fondazione Italia Giappone a Tokyo (Istituto italiano di Cultura), Roma (Palazzo Poli), Torino (Palazzo Barolo), Pontedera (Museo Piaggio), Sorrento (Comune), Firenze (Palazzo Pitti) Pisa (Museo della Grafica).

Pisa, Museo della Grafica, 16 giugno – 30 settembre 2017

Architettura Invisibile

La mostra, che si avvale di un Comitato Scientifico di altissimo livello presieduto dal Prof. Arch. Andrea Branzi, presenta attraverso una selezione di immagini, video, plastici, fotomontaggi e interviste le sorprendenti corrispondenze esistenti tra le avanguardie radicali italiane e giapponesi degli anni Sessanta e le contemporanee soluzioni progettuali portate avanti dai loro eredi ideali: gli affermati architetti del XXI secolo di entrambi i Paesi. La mostra presenta la rilettura della città, della società, della natura e dello sviluppo tecnologico degli Architetti contemporanei.

Roma, Museo Carlo Bilotti all’Arancera di Villa Borghese, 18 gennaio – 26 marzo 2017

Centocinquantesimo anniversario delle relazioni tra Italia e Giappone

La Fondazione Italia Giappone fa parte del Comitato di Coordinamento delle Celebrazioni del Centocinquantesimo Anniversario dalla firma del primo Trattato diplomatico tra i due Paesi e collabora con l’Ambasciata del Giappone per l’organizzazione e la visibilità delle iniziative culturali che fanno parte del calendario delle iniziative che dallo scorso anno proseguono con grande successo in numerose città Italiane.

LA TRATTATIVA EPA A BRUXELLES. EUROPA E GIAPPONE INSIEME NEL NUOVO CONTESTO INTERNAZIONALE

I negoziati cominciati nel 2013 tra Unione Europea e Giappone per il raggiungimento di un Accordo di Partnership Economica (Economic Partnership Agreement) hanno finalmente raggiunto un importante traguardo, ufficializzato in sede di G20 il 7 luglio 2017: la sigla di un’intesa che definisce i contenuti fondamentali di quello che – se tutto procederà secondo le premesse – verso l’inizio del 2019 dovrebbe entrare in vigore come uno storico accordo che darà vita ad un’area di libero scambio che coinvolgerà oltre un quarto dell’economia mondiale. Laddove il presidente USA Trump annuncia politiche protezionistiche e ritira gli Stati Uniti dal TPP (Trans Pacific Partnership), Europa e Giappone lavorano per una sempre più stretta collaborazione, non solo economica ma anche politica. La Fondazione Italia Giappone, che ha seguito lo sviluppo delle trattative sin dal 2012 con tre seminari a tema, ha organizzato insieme al CeSPI – Centro Studi di Politiche Internazionali - un quarto seminario per fare il punto della situazione, alla luce dell’intesa appena siglata, insieme ai negoziatori delle due parti, e per analizzare le prospettive delle relazioni economiche tra UE e Giappone, con particolare riguardo all’Italia, insieme a rappresentanti istituzionali e delle categorie imprenditoriali maggiormente interessate dall’accordo. Sotto la direzione di Piero Fassino, relazionano Marco Chirullo e Tetsuro Fukunaga, negoziatori di parte europea e giapponese, ed intervengono: Stefano Dambruoso - Questore della Camera dei Deputati e Presidente dell’Associazione Parlamentare di Amicizia Italia Giappone; Umberto Vattani - Presidente della Fondazione Italia Giappone; Massimo Gaiani - Direttore Direzione Generale per la Mondializzazione e le questioni globali del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Hiroshi Yamauchi - Incaricato d’Affari ad Interim Ambasciata del Giappone in Italia; Carlo Calenda - Ministro dello Sviluppo Economico; Masami Iijima - Presidente Giapponese dell’Italy Japan Business Group, Presidente di Mitsui; Mauro Moretti - Presidente Italiano dell’Italy Japan Business Group; Ivan Lo Bello - Presidente di Unioncamere; Paolo Zanetti - Vice Presidente di Federalimentare; Hideo Minato - Presidente della Camera di Commercio Giapponese in Italia; Virgilio Cerutti - Head of Business Development Central Coordination Fiat Chrysler Auto Italy; Armando Branchini - Vice Presidente di Altagamma; Stefano Carrer - Corrispondente de Il Sole 24 Ore. Conclude il seminario Ivan Scalfarotto - Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico.

Roma, Camera dei Deputati, Palazzo San Macuto, Giovedì 13 luglio 2017

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO IN ITALIA E IN GIAPPONE

I terremoti – come in genere - tutte le catastrofi naturali, non sono evitabili. Ma nel caso degli ultimi decenni si è imparato a limitarne le conseguenze dannose. Giappone e Italia, terre sismiche per eccellenza, hanno una lunga storia di approfonditi studi geofisici e di ampie ed efficaci operazioni di soccorso. E numerosi sono gli episodi di solidarietà reciproca in occasione di calamità naturali che hanno colpito ora l’uno ora l’altro Paese: dal sisma dell’Aquila (2009) a quello del Tohoku (2011), fino al difficile momento che vive oggi il Centro-Italia. In particolare, il Giappone negli ultimi anni ha elaborato negli ultimi anni tecniche costruttive e di allarme molto avanzate sia per limitare il numero delle vittime sia per ridurre e contenere la rilevanza dei danni. In Italia i recenti terremoti nelle regioni centrali hanno finalmente suscitato un dibattito animato e una ferma determinazione per rivedere i criteri e gli standard edilizi antisismici al fine di applicarli poi su scala nazionale. Il workshop è suddiviso in due sessioni: la prima, di scambio di idee tra docenti ed esperti italiani e giapponesi; la seconda, di confronto fra le diverse esperienze maturate nei due Paesi e di dibattito sulle “best practises” giapponesi. Esso ha lo scopo di confrontare le due esperienze per migliorare sia le conoscenze reciproche sia l'efficacia della prevenzione, affrontando in particolare i temi dell'architettura conservativa, dell'edilizia sismica e della protezione e del restauro dei beni culturali. Intervengono l'On. Stefano DAMBRUOSO, Questore della Camera dei Deputati e Presidente dell'Associazione Parlamentare di Amicizia Italia Giappone, il Prof. Carlo DOGLIONI, Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il Prof. Franco BARBERI, Docente di vulcanologia e rischio vulcanico all’Università degli Studi RomaTre, il Prof. Toshikazu HANAZATO, Docente di architettura conservativa alla MIE University-Giappone, il Prof. Claudio MODENA, Ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso l'Università degli Studi di Padova, il Dottor Eisuke NISHIKAWA, Project Manager, site unit, ICCROM-Centro Internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali. Partecipano rappresentanti dell'Ambasciata del Giappone, della Protezione Civile, dei Comuni colpiti dal sisma.

Roma, Camera dei Deputati - Aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari, 1 dicembre 2016

KANPisa2016 "TOCCARE IL TEMPO"

Pisa si trasforma in un museo a cielo aperto ospitando le sculture in marmo e bronzo di Kan Yasuda.
Dal 30 giugno, per celebrare i 150 anni di relazioni fra Italia e Giappone, le grandi sculture dell'artista giapponese, che vive e lavora nella nostra penisola da oltre quarant'anni, dialogano con i capolavori della tradizione italiana. Un suggestivo percorso attraverso il centro storico della città, partendo da piazza dei Miracoli alla chiesa di Santa Maria della Spina, in cui lo spettatore può immergersi nella scultura, lasciarsi attrarre, tentare... costituendo un vero e proprio ponte tra l'antica Repubblica Marinara e il Giappone contemporaneo.

Pisa, Galleria d'Arte En Plein Air dal 30 giugno al 16 ottobre 2016

FONDAZIONE ITALIA GIAPPONE
C/O Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, DGMO - Piazzale della Farnesina, 1 - 00135 Roma
Tel. +39 06 3691 5232 - +39 06 3691 4182 e-mail: fondazione@italiagiappone.it - C.F.: 97162600585

Copyright

2018 Fondazione Italia Giappone Tutti i diritti sono riservati